INSIEME PER IL PARKINSON

Una rete di sostegno e cura che coinvolge l’ASST Melegnano Martesana, la ATS Città Metropolitana di Milano, la Casa dell’Anziano S. Camillo di Carugate e l’Associazione Gruppo Sostegno Parkinsoniani. Nel territorio della ASST Melegnano e della Martesana si sta avviando una nuova forma di collaborazione finalizzata al sostegno e alla cura di malati di Parkinson e delle loro famiglie. L’obiettivo è di garantire al malato la continuità della cura nelle diverse fasi della patologia attraverso un percorso che raccolga le esperienze maturate nella gestione della Malattia di Parkinson e sappia comunicare a pazienti e familiari la gamma completa dei servizi disponibili sul territorio.  Leggi tutto >>

ALZHEIMER PERCORSO DI SOSTEGNO PER LE FAMIGLIE

In occasione della Giornata mondiale dell’Alzheimer la Casa propone un corso di formazione gratuito.


Il percorso, attraverso l’esposizione di esperti della materia, darà la possibilità di conoscere alcuni aspetti di questa malattia, ma anche e soprattutto, sarà uno spazio di confronto e di dialogo con e tra i familiari presenti

Leggi tutto >>

Residenza Sanitaria Assistenziale con Nucleo Alzheimer

Offre ospitalità a 63 anziani totalmente non autosufficienti, affetti da patologie cronico-degenerative a tendenza invalidante, che non sono in grado di vivere presso il loro domicilio e che richiedono assistenza continuativa.
Il Nucleo Alzheimer inoltre offre ospitalità a 15 persone garantendo le necessarie condizioni di protezione e sicurezza, nonché ritmi di vita e stimoli riabilitativi adeguati alle ridotte capacità cognitive e funzionali.

Centro Diurno Integrato

Il centro diurno è finalizzato all’assistenza solo diurna degli ospiti, che vengono coinvolti in varie attività socio-ricreative.
Prevede un’utenza massima di 30 posti tutti accreditati.

RSA APERTA

Una serie di interventi a carattere sociosanitario, effettuati da operatori qualificati, finalizzati a favorire il mantenimento delle capacità residue e rallentare, ove possibile, il decadimento delle abilità, cercando di evitare o ritardare l’eventuale ricovero in strutture.

Appuntamenti di Maggio 2020

Non sono previsti appuntamenti per il mese di maggio 2020.

COMUNICATO STAMPA N. 4 – 26 giugno 2020

Diamo di seguito un aggiornamento dei principali eventi succedutisi nell’ultimo mese.
La scorsa settimana la S. Camillo è tornata ad essere ufficialmente una struttura “Covid-free”, ovvero senza presenza di ospiti “malati per coronavirus”. Dopo il periodo critico di marzo, i successivi mesi di aprile, maggio e giugno sono trascorsi senza grosse problematicità, e anche gli ospiti trovati positivi al virus erano in realtà asintomatici.
L’area di isolamento in cui gli ospiti positivi al virus erano ricoverati è stata quindi sanificata e chiusa, al momento, in attesa di futuri nuovi ingressi.
Nelle ultime settimane è stata condotta un’indagine a tappeto di tipo sierologico sugli operatori, allo scopo d acquisire elementi utili per una gestione in sicurezza dei servizi all’interno, e anche a scopo preventivo per il futuro.
Sono intanto riprese dallo scorso 10 giugno le visite dei parenti agli ospiti, secondo un preciso protocollo di sicurezza: dopo diversi mesi di chiusura, questo fatto ha contribuito a creare un clima di rinnovata speranza e fiducia, a beneficio in primo luogo degli ospiti e delle famiglie, ma non solo. Anche per chi lavora nella Casa è stato un piccolo segno che si sta cercando di tornare, con mille cautele, alla normalità.
Un altro segnale importante viene dalla recente disposizione regionale del 9 giugno che autorizza nuovamente gli ingressi di anziani in RSA. Si tratta di una disposizione molto articolata e complessa, che stabilisce come criterio principale per un nuovo ingresso la “urgenza e improcrastinabilità” del ricovero, dando poi tutta una serie di indicazioni per poter realizzare l’inserimento in totale sicurezza. Il fatto che la Regione Lombardia autorizzi i nuovi ingressi parlando di priorità da dare a soli casi urgenti è significativo della notevole prudenza e gradualità con cui le autorità amministrative intendono gestire il problema dell’ assistenza agli anziani in questa fase ancora transitoria e non scevra da incertezze. Ciò detto, anche la S. Camillo si sta quindi preparando e organizzando in queste settimane per dare attuazione pratica alle disposizioni ricevute, così da poter effettuare nuovi ingressi a partire dalla prima metà di luglio.
Un’ulteriore novità di questo periodo è rappresentata dalla ripresa, sempre in sicurezza, delle visite specialistiche e dei trattamenti di osteopatia e fisioterapia presso il Centro Riabilitativo, previa prenotazione e triage telefonici.
Infine, per quanto riguarda il Centro Diurno Integrato, la necessità di procedere con cautela e di dare priorità alla RSA ci induce ad attendere ancora l’evoluzione del quadro emergenziale pandemico, il quale vede ancora una diminuzione decisa dei contagi ma non la scomparsa del virus. Almeno fino a settembre verranno quindi privilegiati interventi a distanza o interventi al domicilio, sulla base dei bisogni evidenziati dagli utenti, senza procedere a una riapertura effettiva del servizio.

LA DIREZIONE
Casa dell’anziano S. Camillo